Come comunicare con l’emotion sharing?

Come comunicare con l’emotion sharing?

Cosa significa Emotion Sharing?

Siamo nell’era della condivisione, si condivide di tutto, qualsiasi cosa sui social network, da facebook, a twitter a google+.

Secondo recenti studi dell’università di Yale la condivisione di stati emotivi sulle proprie pagine social, in particolare facebook, genera effetti a catena, uno stato postato in bacheca da un soggetto influenza il post di un suo amico che a sua volta ne influenza un altro e cosí all’infinito. Questo è stato dimostrato da una ricerca ben approfondita, la quale prende in considerazione post di individui anonimi, quindi un campione molto ampio dal 2008 al 2012.

La ricerca conclude che se un individuo posta sulla sua pagina uno stato negativo, che comunica  quindi un’emozione negativa, questo influenza di conseguenza un altro contatto amico che legge questo post e a sua volta se pubblica qualcosa, sarà negativo anche quest’ultimo. Ció avviene anche per i post in positivo, è come se si viene ad instaurare una sorta di “empatia telematica” formando una catena immensa.

Come essere persuasivi sui Social Network

Pensiamoci un attimo, non è cosí banale. Mettiamo per ipotesi che un individuo pubblichi un messaggio che invita ad essere positivi, questo viene letto da un tot di persone che mette mi piace, quindi si rispecchiano in questo post, facciamo ora un’ipotesi, questo stesso stato, uno venga condiviso, e sua volta chi lo condivide riceve mi piace e altre condivisioni, questo si moltiplica nel giro di poco, influenzando cosí centinaia se non migliaia di persone in breve tempo, come un effetto “virale”. La seconda ipotesi, è che questo stato non venga condiviso ma che comunque spinga a chi ha messo precedentemente mi piace a scrivere un post che comunque in qualche modo comunichi il proprio stato emotivo positivo in quanto appunto influenzato, riceva anch’esso mi piace e condivisioni, la viralità continua e si amplifica maggiormente, basti pensare a quanti potrebbero fare lo stesso, a quanti  piace e condivisione ogni stato di ogni individuo possono ricevere.

Un aspetto che si evidenzia nello studio è che gli stati positivi o  negativi siano influenzati dalla metereologia, se piove ci sono stati negativi, se c’è il sole stati positivi. Questo per noi che studiano la PNL ed il Coaching cosa ci fa capire!? Che nella maggior parte dei casi le persone non sanno distinguere da ” fattori esterni” e “fattori interni”, meglio ancora che si lascino influenzare da ció che avviene all’esterno e come questo incida sul proprio stato emotivo in quanto non c’è gestione dello stesso, eppure è davvero cosí semplice, basti capire una cosa, tutto ció che viene all’esterno di noi come pioggia, sole, scelte politiche ecc.ecc. non posso essere gestite da noi, mentre tutto ció che avviene dentro di noi è possibile gestirlo, applicando le giuste tecniche ma soprattutto sviluppare una forte consapevolezza. Se si capisce questa piccola differenza la quotidianità di ognuno di noi sarebbe nettamente migliore e sicuramente andremo in giro meno stressati.

Se ci pensiamo un attimo, tutto questo è davvero straordinario da tenere sott’occhio, in quanto, ogni stato emotivo condiviso genera una catena potenzialmente infinita che potrebbe influenzare la politica,l’economia di un paese, meglio ancora essere l’ago della bilancia, in quanto politici, osservatori e ricercatori economici-sociali potrebbero far si che le scelte della classe dirigente siano piú mirate e concrete, cosí come per le imprese e gli esperti di marketing, questo scenario apre davvero occhi su un mondo ancora poco tenuto nella giusta considerazione.

Se proprio si deve condividere qualcosa sulle proprie pagine social, allora che sia qualcosa di positivo magari in questo modo si da un messaggio ai potenti che nonostante un bombardamento mediatico ripetutamente negativo non influenza un popolo ma anzi,  lo spinge a reagire e ad essere pro-attivo.

Vuoi conoscere ciò che avviene nella tua mente e che consente di realizzare questi meccanismi comunicativi?

Ultimi Articoli

Menu
CHIEDI IN CHAT

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per fornire tutte le sue funzionalità. Per sapere come negare il consenso a tutti o alcuni cookies, visita la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti al loro utilizzo.