L’Ancoraggio – Ancora: Creazione e connessione degli stati di eccellenza

Nella programmazione neuro linguistica (PNL), l’ancoraggio o ancora è un processo di associazione di una sensazione fisica a una risposta interna.

Viene utilizzato sfruttando uno stimolo sensoriale memorizzato per portare ad un cambiamento nello stato d’animo. Bandler e Grinder, fondatori della PNL, ne scoprirono l’efficacia durante lo studio delle tecniche ipnotiche utilizzate da Milton Erickson, uno dei più importanti psicoterapeuti e ipnoterapeuti del Novecento, il quale riusciva ad associare una frase (l’ancora) ad un particolare stato emotivo dei suoi clienti, e a sfruttare successivamente quell’ancora per evocare lo stato emotivo desiderato.

Potrebbe essere paragonato al noto esperimento di Pavlov, basato sul suono di un campanellino che stimolava nei cani la salivazione. Naturalmente, può anche non piacerci pensare a noi stessi come a degli esseri facilmente influenzabili, eppure si tratta dello stesso principio.

L’obiettivo dell’Ancoraggio è quello di richiamare a comando stati emotivi ben precisi e ovviamente potenzianti, aiuta a situarsi in uno stato emotivo concreto.

Spesso si è inconsciamente esposti ad ancoraggi, ad esempio si può ascoltare una canzone e provare un determinato stato emotivo perché quella musica ci ricorda qualcuno o una qualche situazione, quindi sentendo quelle note le emozioni ritornano allo stato in cui ci si trovava quando si ascoltava quella canzone.

Anche un profumo o un aroma può far tornare alla mente ricordi del passato e far provare quello stesso stato emotivo. Se per esempio una situazione spiacevole è stata caratterizzata da un certo odore, se si annusa di nuovo quello stesso aroma in un luogo piacevole, si proverà un senso di malessere perché si ripresenterà l’ancoraggio precedente e quell’odore sarà associato a negatività.

Questi esempi sono tutti ancoraggi, ci aiutano a capire come le nostre esperienze sono rappresentazioni di moltissime informazioni sensoriali.

Rivivendo anche parzialmente una certa esperienza tendiamo a richiamare automaticamente alla mente, in maniera più o meno forte, altre parti dell’esperienza stessa, inclusi gli stati emotivi ad essa collegati.

Se ci riflettiamo un attimo ci accorgiamo come le nostre vite siano piene di Ancore, cioè stimoli che attivano dei percorsi neurali permettendoci di accedere a ricordi, immagini, sensazioni, canzoni ecc.

Avere la consapevolezza di poter utilizzare la tecnica dell’ancoraggio ci permetterà  di ricreare, ad esempio, uno stato di rilassamento, prima di un importante colloquio di lavoro, oppure  uno stato di entusiasmo se si vuole motivare il proprio gruppo a dare il meglio di sé o, ancora, se si sente il bisogno di accedere ad uno stato di fiducia e sicurezza nelle proprie capacità prima di un esame universitario, cantare in pubblico, danzare davanti una platea…

Insomma, imparare a utilizzare la tecnica dell’ancoraggio, può aiutarci a gestire le emozioni per sentirci  a proprio agio in ogni situazione, di conseguenza migliorerà velocemente anche il nostro stato d’animo e quello delle persone vicine.

Poterebbe interessarti anche: Corsi PNL

Ti interessa approfondire la PNL? Inizia da questo libro

disponibile anche in formato elettronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ultimi Articoli

Menu
CHIEDI IN CHAT

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per fornire tutte le sue funzionalità. Per sapere come negare il consenso a tutti o alcuni cookies, visita la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti al loro utilizzo.