Il fattore flow: il lavoro come fonte di soddisfazione e di innovazione

Il fattore flow: il lavoro come fonte di soddisfazione e di innovazione

Perché è così importante convincere il proprio team a mettere l’impegno alla base di ciò che si fa? Il pieno coinvolgimento si verifica quando i membri di un gruppo di lavoro assegnano un elevato livello di risorse cognitive verso un particolare compito o situazione che trovano particolarmente motivante e gratificante. Ecco che il fattore flow rende il lavoro come fonte di soddisfazione e di innovazione. Il flow, quindi, diventa uno stato mentale che offre una chiara via verso un senso di benessere e realizzazione personale e professionale.

Quando sei coinvolto il cervello può entrare nel flusso, il cosiddetto flow. Il flow (o esperienza ottimale) viene definito come:

Uno stato di coscienza in cui la persona è completamente immersa in un’attività. Le persone possono raggiungere uno stato di flusso quando utilizzano le loro migliori abilità al meglio delle loro capacità per lavorare su un compito impegnativo. Quando sono stressati oltre le loro capacità o quando il compito è troppo facile, raggiungere uno stato di flusso sarà più difficile.

Questo elevato stato di coinvolgimento può verificarsi a livello individuale o sociale quando le persone lavorano insieme come team. In entrambi i casi, infatti, le caratteristiche del flusso sono le stesse:

  • le azioni sembrano automatiche ed eseguite senza sforzo;
  • si perde la consapevolezza di sé;
  • si prova un forte senso di autocontrollo e di focus verso lo scopo;
  • si ha una distorsione nella percezione del tempo e … (cosa più importante)
  • il processo di lavoro per raggiungere un determinato risultato diventa gratificante in sé, quindi il raggiungimento del risultato non è la sola ricompensa.

Create il flow  

Il flusso è il Sacro Graal della produttività. È quello stato d’animo in cui i membri di un gruppo di lavoro si immergono totalmente in ciò su cui stanno lavorando, in cui non si accorgono del passare del tempo e in cui dimenticano le loro attuali preoccupazioni. Può avvenire a livello individuale e di squadra, migliorando la creatività, la soddisfazione e la motivazione. Il flusso si crea meglio quando esiste il giusto equilibrio tra sfida e competenza, quando ci si sente liberi da distrazioni indesiderate e si hanno obiettivi chiari. 

A livello di squadra il flusso funziona sostanzialmente allo stesso modo e sfrutta il potere del contagio sociale – nel quale le persone possono “assorbire” gli stati emotivi e motivazionali in un gruppo – ed è facilitato dall’interdipendenza, da buoni rapporti di lavoro e da convinzioni condivise.

Domande da porsi: 

Il fattore flow per rendere il lavoro come fonte di soddisfazione e di innovazione può essere sviluppato ponendo delle domande:

  • Come fai a sapere quando i membri del tuo team si sentono coinvolti?
  • Come si manifesta un coinvolgimento straordinario nelle sfide importanti?
  • Cosa facilita il flusso?
  • Cosa potrebbe ridurre o interferire l’attivazione del flow?

Il coinvolgimento delle persone è migliore quando i loro sistemi attenzionali ed emotivi sono coinvolti, ma ciò non può accadere se il cervello è bombardato da distrazioni inutili o situazioni non prioritarie che lo trascinano in altre direzioni. Quando riesci a dare, a te stesso e ai membri del tuo team, lo spazio e il tempo per focalizzare questo coinvolgimento, lontano da qualsiasi distrazione indesiderata, potrai creare il giusto contesto e la giusta cultura per un coinvolgimento più forte verso l’obiettivo.

Per scoprire come gestire lo stato d’animo, attivare stati di flow verso obiettivi sfidanti puoi partecipare al corso PRACTITIONER IN PNL

Practitioner in Pnl

Traduzione di un articolo di Amy Brann – www.synapticpotential.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ultimi Articoli