L’arma vincente del genitore | Come comunicare efficacemente con tuo figlio

L’arma vincente del genitore | Come comunicare efficacemente con tuo figlio

L’arma vincente del genitore: comunicare efficacemente  e gestire il proprio stato. Questa frase può risultate ad alcuni scontata e viene nello stesso tempo dimostrata. A conferma di ciò, tempo fa uscì un articolo sulla reazione straordinaria di un padre ad un evento che ci capita di osservare tutti i giorni. Un bambino  dopo essere entrato in un negozio con il padre rovescia la bibita che aveva con sé. La reazione eccezionale del padre sta nel come ha gestito lo stato, non si è né arrabbiato né lo ha rimproverato, anzi lo ha aiutato ad essere consapevole che gli errori possono capitare. Le sue parole sono state:

“Sarai un essere umano per molto tempo e sei dotato di un cervello talmente intelligente che è importante che tu apprenda ad essere consapevole di ciò che fai. Così la volta dopo dovrai essere solo più cosciente di quello che ti circonda affinché questo tipo di incidenti non accadano. Gli incidenti possono essere evitati, ma va bene anche se si verificano. Finché ci si prende la responsabilità dei propri errori, ripulire risulterà più facile.”

Un padre che a suo figlio di circa 6/7 anni ha dato una lezione di vita. Un padre che poteva arrabbiarsi ma che non lo ha fatto. Comunicare efficacemente ha permesso al padre di governare la situazione senza nervosismo, come capita invece a molti genitori. Quando ti trovi in un contesto specifico, ti si richiede un determinato comportamento. Ad esempio: quando sei a lavoro come ti comporti? Il tuo atteggiamento è lo stesso di quando ti trovi in casa con la tua famiglia e con i tuoi figli o è più formale? A seconda della situazione data, le persone hanno la capacità di decidere come volersi comportare. Quando sei in compagnia di tuo figlio puoi imparare a comunicare efficacemente con lui perché potrai accrescere in lui la sua autostima, come ha fatto il padre nell’esempio citato. Quando ci si relaziona ad un figlio, specialmente così piccolo, i genitori dimenticano di astenersi dai giudizi e lo giudicano  e rimproverano sulla sua personalità creando sfiducia e sconforto. Bisogna invece saper gestire la situazione per valorizzare la sua identità di bambino, la sua fiducia e le sue capacità; allo stesso tempo dare un feedback di miglioramento sul comportamento nelle cose che può migliorare. La pnl ci insegna la gestione dello stato; inoltre comunicare efficacemente quando ti trovi davanti ad una situazione sfidante, ti consente di domandarti: “Che risorsa mi serve per affrontare il problema che ho davanti?” Con una serie di abilità la pnl aiuta a trovare quella risorsa specifica di cui hai bisogno che tante volte nel corso di vari episodi della tua vita hai provato; per poterla visualizzare, sentirla al massimo e riutilizzarla entrando in uno stato di Flow.

La pnl e il coaching ci forniscono un kit di strumenti per ottenere velocemente dei risultati. I pionieri della pnl hanno estrapolato in persone eccellenti, il loro modo di riuscire a ricalcare le persone in maniera tale da relazionarsi davvero con gli altri e raggiungere un rapporto win win: all’interno del quale, i protagonisti della comunicazione hanno un vantaggio per se stessi.

Nell’episodio citato il bambino è diventato più consapevole di se stesso accrescendo la sua autostima, utile sia nel presente sia nel suo percorso di crescita; il padre allo stesso modo accresce la sua autostima capendo che comunicando con il figlio, senza rimproverarlo, riesce ad essere un genitore soddisfatto e felice. Se vuoi scoprire tutti gli approcci che ti consentiranno di migliorare la comunicazione in famiglia, iscriviti al nostro corso interamente gratuito.

 

Voglio iscrivermi al corso gratuito Comunicazione Adulto Bambino

Ultimi Articoli

Menu
CHIEDI IN CHAT

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per fornire tutte le sue funzionalità. Per sapere come negare il consenso a tutti o alcuni cookies, visita la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti al loro utilizzo.