Le Priorità: le cose importanti per te

Le Priorità: le cose importanti per te

Che ci piaccia o no, le abbiamo, le usiamo, ne siamo schiavi.
Quante volte avete detto: non faccio questa cosa perché non ho tempo? Sapete che solo 3 cose su mille non le facciamo a causa del tempo? E che per tutte le restanti sono le priorità ad indicarci la strada? Quando sento le persone che mi dicono: non ho tempo, altrimenti verrei ai tuoi corsi; non ho tempo altrimenti avrei sentito quella persona che non sento da 2 anni; non ho tempo anche se mi dispiace per quello zio che è all’ospedale e sta male ma proprio non trovo un attimo per andarlo a trovare; non ho tempo se no quante cose farei; il lavoro mi porta via tutto il tempo; e con i figli chi ha più tempo libero per…
Quando sento queste espressioni mi faccio una grandissima risata. Stronzate. Tutte emerite stronzate. Quelle persone hanno altre priorità e si comportano in modo coerente con esse, la difficoltà sta nel capire quali sono le cose che ci interessano davvero e quali facciamo solo per dovere o per abitudine.

Le priorità: l’urgenza e l’importanza

Tutti noi siamo abituati ad occuparci delle cose importanti ed urgenti. Non è così? Come non fare una cosa urgente che peraltro è anche molto importante? Gli diamo la priorità assoluta. Poi la nostra attenzione si sposta sulle cose urgenti ma meno importanti; però sono urgenti e quindi vanno fatte; l’ordine dipende da quanto ci sentiamo obbligati, dal lavoro, etc. Ma in realtà la nostra attenzione va riposta su un altro tipo di priorità: le cose importanti ma non urgenti. Quelle situazioni dove diciamo: beh, poi lo farò; non appena ho 5 minuti lo faccio perché è importante; lo posso fare anche domani, oggi ho cose più urgenti. E sono ancora li da fare, sono quelle cose che è mesi se non anni che dovete fare e che non fate. Un mio allievo di nome Giovanni mi raccontò di avere un conto in banca dal 1999 dove c’erano 60mila lire, circa 30 euro di oggi. Avendo cambiato residenza e non avendo comunicato nulla alla banca, non gli arrivavano gli estratti conto; qualche mese fa Giovanni andò in banca per chiudere quel conto e prelevare quanto rimastogli… benone, andò via dalla banca pagando 372 euro di commissioni. E tutto questo per non aver trovato, in 9 anni, dieci minuti per passare in banca o per fare una raccomandata. Ma siete sicuri che Giovanni non abbia avuto quei dieci minuti? Certo che li ha avuti, ma non era una sua priorità. Chissà quanti 10 minuti avrà sprecato, facendo cento altre cose meno importanti o semplicemente guardando la tv.

Gestione del tempo: la metafora dei cacciatori di elefanti

Di storie come queste ne avrete tantissime nel vostro quotidiano. E quindi come ci si deve comportare? C’è una bella metafora che mi piace tanto quando si parla della gestione del tempo e dell’essere efficaci nei confronti dei nostri impegni: bisogna essere cacciatori di elefanti, e spesso si fa un gran scorpacciata di formiche. Se ne uccidono molte, ma c’è ben poca carne. E si perdono tutte le energie mentre a volte occorre avere la pazienza di scovare il nostro elefante, il nostro obiettivo primario, la nostra priorità: di seguire i nostri sogni come in questo video. Mentre le formiche rappresentano le piccole cose urgenti del quotidiano, le abitudini (di cui parleremo estesamente in un altro articolo) e di quelle ne facciamo davvero tante, e di molte non ce ne rendiamo nemmeno conto.
Se solo faceste una prova e scriveste minuto per minuto cosa fate nelle 24 ore, vi accorgereste quanto tempo dedicate a voi, quanto alle cose importanti, quanto a quelle urgenti, e quanto tempo si spreca guardando la tv ed in particolare i programmi spazzatura che oggi affollano tutti i canali. A questo proposito vi do un consiglio molto personale ma a cui tengo molto:

Girate voi il film della vostra vita e lasciate che siano gli altri a guardarvi mentre vi nutrite di vita reale, ricca ed entusiasmante.

Ultimi Articoli

Menu
CHIEDI IN CHAT

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per fornire tutte le sue funzionalità. Per sapere come negare il consenso a tutti o alcuni cookies, visita la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti al loro utilizzo.